BENVENUTI,   

 
 

trasp.gif (814 byte) trasp.gif (814 byte) trasp.gif (814 byte) trasp.gif (814 byte)

UFFICIO MOBILITÀ ETNICA

Gli italiani in Marocco 

Marocco 28 agosto-4 settembre

trasp.gif (814 byte) trasp.gif (814 byte) trasp.gif (814 byte) trasp.gif (814 byte)

Dal 28 agosto a 4 settembre scorso una delegazione della Fondazione Migrantes, inclusa Sr. Clecy Maria Baccin – Usmi-Migrantes, ha visitato il Marocco per conoscere la realtà  della Chiesa locale, la vita delle comunità italiane senza trascurare le sue bellezze naturali e le tradizioni di questi popoli.


Delegazione italiana con alcuni accompagnatori francescani (ofm)

    Il viaggio è stato pianificato e organizzato dal COMITES (Comitato degli Italiani all’Estero) di Casablanca nella persona del presidente Francesco Quirico, con la collaborazione del parroco della Chiesa Italiana di Casablanca, D. Cipriano Ferrario e interessava le città di Marrakech, Meknes, Tangeri, Rabat e Casablanca

E’ stata l’occasione per incontrare le comunità italiane locali, le varie realtà religiose e le istituzioni.

A Marrakech abbiamo incontrato i frati francescani e le suore di vita contemplativa, che vivono a Tazert e rappresentano la presenza cristiana ”visibile”, in un territorio islamico. E’ il monastero della Visitazione,  per dire  del mistero di un incontro tra due donne incinte che portavano nascosti due “significativi” bambini per la salvezza dell’umanità: Giovanni Battista e GESU’.

Il saluto delle Monache della Visitazione a sr. Clecy. Esse sono lì per pregare in arabo con i cristiani arabi e in rito melchita.
Il saluto delle Monache della Visitazione a sr. Clecy.
Esse sono lì per pregare in arabo con i cristiani arabi e in rito melchita.

A Meknes in piena Medina, una comunità di francescani, tiene aperta una scuola di lingue, le relazioni individuali e la scuola biblioteca. L’arcivescovo di Rabat Mons. Vincent Landel ci ha spiegato la realtà dei cristiani in Marocco, rappresentata da persone provenienti da una ottantina di Paesi senza nessun marocchino. Sono i figli degli immigrati dell’Africa subsahariana arrivati ormai alla terza o quarta generazione, oltre ad una recente immigrazione di persone che vanno e vengono, dagli studenti subsahariani, dalle coppie miste, soprattutto donne che hanno sposato un marocchino e che “cercano di vivere la loro vita cristiana come meglio possono”.


Il gruppo con il vescovo del Marocco Mons. Vincent Landel

La vivacità della  comunità Italiana, una volta 20.000 e oggi ridotta a non più di 2.000, di origine principalmente siciliana, è molto legata alle tradizioni religiose, interessata a mantenere il sacerdote della Chiesa Italiana e le religiose nella casa di riposo di Casablanca. Altre presenze incontrate, sono state le Suore di Madre Teresa di Calcutta a Tanger impegnate nell’accoglienza di ragazze madri con i loro bambini e un asilo; Suore Francescane di Maria e le Suore Terziarie Francescane Missionarie d’Egitto, una presenza da 75 anni, che accolgono tutti indistintamente e con professionalità e amore materno.


Una chiesa cattolica trasformata in asilo e casa di accoglienza
per ragazze madri, gestita dalle suore Missionarie della Carità.

Ancora una volta abbiamo costatato che la Vita Religiosa ha una grande missione, sia nella preghiera e contemplazione, sia attraverso sevizi semplici, comunque sempre presenza di Chiesa, anche in paesi islamici, talvolta unica presenza cristiana. Una presenza  discreta, lontana da ogni tipo di proselitismo, ma fedele alla propria convinzione di fede che si fa orante, capace di ascolto e dialogo con i fratelli musulmani

 Gruppo con alcuni accompagnatori
Delegazione italiana con alcuni accompagnatori

In tutti gli incontri incluso quello con il Nunzio Apostolico Mons. Antonio Sozzo e S.E. Ambasciatore d’Italia Dr. Candilio abbiamo presentato l’USMI e i suoi servizi, soprattutto la presenza missionaria delle religiose nei vari settori della Mobilità umana.

 

Conferenza dell'ambasciatore d'Italia, dottor Candilio
Conferenza dell'ambasciatore d'Italia, dottor Candilio

 

 

Incontro con il Nunzio Apostolico mons. Antonio Sozzo
Incontro con il Nunzio Apostolico mons. Antonio Sozzo

Gli immigrati sono cristiani, e questo dimostra come nell’altra sponda del Mediterraneo è la gente venuta da fuori, da paesi cattolici, per studiare o lavorare, a essere  presenza cristiana e sono le comunità come filippini, europei e l’Africa subsahariana a formare la parrocchia e la Diocesi nonché riempire la chiesa parrocchiale la domenica. E’ la realizzazione di quanto anche il Beato Giovanni Battista Scalabrini, chiamato “Padre dei Migranti”, sosteneva: i migranti sono strumento di annuncio e di evangelizzazione.

 

In Marocco la religione ufficiale è l’Islam, ma la coesistenza con altre religioni è perfetta, la pratica delle altre religioni rivelate è garantita dalla costituzione del Paese. A differenza degli altri paesi musulmani il week-end comprende il sabato e la domenica. Il venerdì non è festivo, ma gli uffici amministrativi e i servizi pubblici prolungano la pausa del pranzo per consentire ai fedeli di pregare.

In visita alla moschea
In visita alla moschea

Con  una popolazione di oltre trenta milioni di abitanti il Marocco è una Monarchia Costituzionale. L’attuale sovrano re Mohammed VI è salito al trono ne1999.

 

Sr. Clecy Maria Baccin mscs
Ufficio Mobilita Etnica, USMI nazionale

 

 

 

 

 

 


ABI
SETTIMANA BIBLICA PER PERSONE CONSACRATE

Roma, 18-23 agosto 2008

Programma


UFFICIO FAMIGLIA

CONGRESSO HUMANAE VITAE

Roma, 3-4 ottobre 2008
 


Programma
 

USMI Nazionale

Sede:
Via Zanardelli, 32 
00186 Roma
Tel. 06/68.400.51 (centr.)
Fax 06/ 68.80.19.35
Email:
presidenza.usmi-n@pcn.net

Presidente
Madre VIVIANA BALLARIN
Domenicane di S. Caterina da Siena
Via degli Artisti, 17
00187 ROMA

Segretaria Generale
Suor PIEREMILIA BERTOLIN
Francescane Elisabettine
Via Alessandro VII, 17 
00167 ROMA
Tel. Uff. 06/68400528
ab. 06/3013217
Fax 06/68801935
E-mail:
segreteria.usmi-n@pcn.net 
 

SEDI

 

 

Inserisci questo sito
fra i tuoi siti preferiti.

Imposta questo sito
come pagina di inizio. 
 

 


Modificato lunedì 15 settembre 2008
© USMI, Via Zanardelli, 32 - Rome - Italy